Pain tourbillon avec des graines de pavot parfumé à la cannelle

Mania panificatoria. Ultimamente ne sono affetta. Penso di essere anche grave, perché a volte non riesco a pensare ad altro. Che pane fare, che ingredienti metterci, che forma dargli...
Da qualche tempo ho scoperto il fieno greco che da un buonissimo profumo e gusto al pane, provatelo!
Così, quando la sorte del "Dai, ci scambiamo una ricetta?" mi ha assegnata a Sonia sono andata quasi sul sicuro. "Quasi" perché non vedere anche le altre ricette è impossibile e la voglia di provarle tutte e subito è stata grande.
Leggendo le varie ricette di pizza, pane e focacce mi sono soffermata su questa, mi incuriosiva da morire la forma e il nome, pain tourbillon, pane "vortice".  Decisione presa!
Appena tornata dal laboratorio (sì, sono tornata qualche giorno a Roma per il tirocinio associato alla tesi) ho mangiato (mi mancava trovare il pranzo pronto, grazie mamma!!) ho fatto i piatti (ci mancherebbe!) e solo dopo aver sistemato la cucina (altra mia mania: non riesco a cucinare con la cucina in disordine!), mi sono messa all'opera...cambiando di poco la ricetta originale.


Pain tourbillon con semi di papavero profumato alla cannella


 Ingredienti:

  • 350 gr di farina manitoba
  • 350 farina 00
  • 40 gr di zucchero
  • 12 gr di sale
  • 1 bustina di lievito secco
  • 250 gr di latte
  • 1 uovo
  • 50 gr di burro
  • cannella
  • semi di papavero
Sciogliere il lievito nel latte tiepido con lo zucchero e aspettare che faccia la schiuma. Mischiare il sale con le due farine e formare la fontana. Mettere l'uovo al centro e incominciare a mescolare. Piano piano aggiungere il latte con il lievito. Formare un composto bello sodo e abbastanza morbido e far riposare fino al raddoppio del volume in luogo caldo e asciutto.
Riprendere l'impasto e formare 10-12 palline; stenderle con l'aiuto di un mattarello fino a formare dei dischi tutti uguali. 
Spennellare una teglia con parte del burro fuso e incominciare a disporre i dischi uno sopra l'altro, accavallandoli per metà. L'ultimo disco dovrà passare sotto al primo. Mano a mano che vengono sovrapposti, spennellare la superficie con il burro fuso e della cannella in polvere. Lasciar lievitare per circa mezz'ora.
Spennellare la superficie con del latte caldo e cospargerla di semi di papavero.
Infornare in forno già caldo a 180°C per 35-40 minuti. 
Lasciar raffreddare e gustarlo come più piace: è un pane molto morbido e adatto per la colazione spalmato di nutella o marmellata...ma anche con una fetta di prosciutto ha il suo buonissimo perché, provare per credere!


Con questa ricetta partecipo alla meravigliosa idea di Cinzia:


E approfitto per ringraziare (con un ritardo vergognoso!!) Pupottina e Penna e Forchetta per i premi che mi hanno dato. Mi ha fatto veramente piacere ma seguire le regole dei premi a catena non fa per me... Scusate! Vi ringrazio comunque tantissimo!



14 Forchette :

  1. Che splendore di pane. Ed io che ho fatto il mio primo lievitato neanche 2 settimane fa? E mi sono sorpresa che finalmente la massa informe ha dato segni di vita? NOn puoi capire l'eccitazione e la gioia. Adesso non vedo l'ora di rifarlo. Hai proprio ragione, può diventare una malattia. Meravigliosa ricetta. Un abbraccio, Pat

    RispondiElimina
  2. Bellissimo questo pane. Complimenti.

    Baci

    RispondiElimina
  3. Bhè!!! questo è favoloso, altro che il mio...basta solo il profumo per far in modo di divorarlo tutto. Un'ottima mania. Buon we. Ciao.

    RispondiElimina
  4. che meraviglia questo pane, complimenti . Buon we Daniela.

    RispondiElimina
  5. E' davvero stupendo!! poi con la cannella dentro mi piace un sacco!! da fare assolutamente! :)

    ... anche io impazzisco con la cucina in disordine, ho la tua stessa malattia!

    RispondiElimina
  6. un pezzo me lo papperei subito!!!!bravissima

    RispondiElimina
  7. Wow!
    Che bello!!! Ma non avevo mai visto un pane così, ma brave...Grazie per la bella ricetta e per le parole gentili per il mio giochino, vado subito a mettere il il tuo link nell'elenco, ti segno anche per il prossimo sorteggio? Ho capito bene?
    Un bacione

    RispondiElimina
  8. sono sbalordita! sei stata strabiliantemente brava e poi l'apporto della cannella è una cosa troppo azzeccata! ma che maestria!! sono troppo contenta che tu abbia scelto questo pane che già in versione GF mi ha dato soddisfazione! ti metto tra le persone coraggiose che hanno attinto da me (lista cortina in effetti ;-) ) un abbraccio e grazie :-X

    RispondiElimina
  9. una buona e sana malattia s efai tante cose buone

    RispondiElimina
  10. ma è bellissimo!Buon we cara, un bacione...

    RispondiElimina
  11. Eh se la capisco la "mania panificatoria"!!! Penso di essere anch'io in una fase gravissima, non solo ho fissi i lievitati nella testa, ma un paio di settimane fa ho anche preso due gironi di ferie perchè non resistevo fino al week end per provare una ricetta! Sono da ricovero! Questo pane è MA-GNI-FI-CO!!! Quella forma è splendida, questo locopiolocopiolocopiolocopio....Un bacione, buona domenica

    RispondiElimina
  12. che delizia!!! io sono pane dipendente ;-)
    ne assaggerei di tutti i tipi... anche questo ^_____^

    RispondiElimina
  13. Sembra delizioso!E anche bellissimo!Complimentoni,carina!

    RispondiElimina
  14. Anche io sono una fanatica dei lievitati e questo ha un aspetto magnifico.

    Ti rispondo qui , vivo in Abruzzo da 20 anni, ma sono Molisana, amo molto le ricette tradizionali e cerco sempre di provarle e diffonderle, in fondo le radici sono importantissime!

    ciao loredana

    RispondiElimina

Stampa Ricetta

 

Informativa cookie

Partecipo a LSDM